banner evento 20 maggio 2016

A Beirut la letteratura internazionale si interroga su conflitti, migrazioni e identità

Qual è il ruolo dello scrittore oggi? Come la letteratura interpreta i problemi delle società contemporanee? Serve ancora, oggi, la letteratura? E a chi?

A questi e ad altri interrogativi cercano di rispondere i nove autori invitati dalla Casa internazionale degli scrittori a Beirut (Beyt al-kottab ad-douali), che il 20 e 21 maggio si incontreranno al Museo Sursock nell’ambito della tavola rotonda “Conflitti, migrazioni e identità. Gli scrittori di fronte al caos del mondo”.

Scrittori da Libano, Egitto, Francia, Canada, Turchia, Gran Bretagna e Svizzera dialogheranno tra di loro e con il pubblico sulle tematiche dei “conflitti civili, delle migrazioni e della complessità dell’identità in un mondo aperto ma riluttante, che resiste alla connessione e all’assimilazione”. Gli ospiti discuteranno di conflitti e oblio, migrazioni e società miste, marginalità delle società arabe, migrazione e violenza; estratti dei loro testi verranno letti in pubblico e recitati da attori.  

13179002_944288322363613_4050451456746857098_n

Gli autori che parteciperanno alla conferenza sono: Max Lobe (Camerun/Svizzera), Hyam Yared (Libano), Madeleine Thien (Malesia-Cina/Canada), Kerry Young (Cina-Jamaica/Inghilterra), Najwa Barakat (Libano), Mohamed al-Fakharany (Egitto), Arno Bertina (Francia), Hakan Günday (Turchia), François Beaune (Francia).

La due giorni di incontri sarà preceduta da una conferenza presso l’Arab Center for Architecture di Beirut sui cambiamenti nella città del Cairo, a cui parteciperanno Mohamed al-Fakharany e l’architetto Omar Nagati, e verrà conclusa da un incontro sui cambiamenti nella città di Tripoli, in Libano, dove interverranno lo scrittore libanese Jabbour Douaihy e l’urbanista libanese Mosbah Rajab. 

13220913_944284575697321_6682429292131088718_n

Conflitti, migrazioni e identità è il terzo incontro annuale organizzato dalla Beyt al-kuttab ad-douali dedicato all’analisi e all’esplorazione della realtà sociale contemporanea attraverso le parole e le opere degli scrittori contemporanei di tutto il mondo.

Beyt al-kuttab ad-douali è nata nel dicembre del 2013 a Beirut ed è presieduta da Charif Majdalani, scrittore libanese di lingua francese e autore del romanzo La casa nel giardino degli aranci (Giunti, 2010; trad. dal francese di E. Chiti). Qui di seguito, la conferenza stampa di presentazione organizzata alla Fiera del Libro francofono di Beirut del dicembre 2013.

Un pensiero su “A Beirut la letteratura internazionale si interroga su conflitti, migrazioni e identità”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...