visual 2016

Amin Maalouf e Nathalie Handal al Festival Incroci di civiltà di Venezia

Il famoso scrittore franco-libanese Amin Maalouf inaugurerà il Festival veneziano di letteratura internazionale Incroci di civiltà questo pomeriggio, alle 17.30, al Teatro Goldoni.

amin maaloufL’autore di Le crociate viste dagli arabi, che è spesso ospite del nostro Paese (vd. il mio post sul suo ultimo incontro romano), converserà con: Marie Christine Jamet, Università Ca’ Foscari Venezia & Alliance française de Venise e Milva Andriolli, giornalista Rai.

A seguire, musiche di Amir El Saffar, musicista iracheno-statunitense. Sfortunatamente le prenotazioni per questo evento sono già chiuse, ma ci sono ancora posti disponibili: lo staff del Festival raccomanda quindi agli interessati di recarsi per tempo al luogo dell’incontro.

In questa edizione del festival, Maalouf riceverà anche il Premio Bauer – Cà Foscari, ed è uno dei due artisti in residenza, ospitati all’interno del programma Waterlines:

un progetto del Collegio Internazionale dell’Università Ca’ Foscari, della Fondazione di Venezia e di San Servolo – Servizi Metropolitani di Venezia che mette in relazione passate esperienze di residenza maturate dalle tre istituzioni dando vita a un nuovo programma che coniuga arte e scrittura. Waterlines invita a risiedere nell’isola di San Servolo autori di tutto il mondo e li fa interagire con gli studenti del Collegio Internazionale, programma di eccellenza di Ca’ Foscari, e con il pubblico più ampio negli spazi di San Servolo, della Fondazione di Venezia e dell’Università. Gli autori collaborano inoltre con un artista locale nella creazione di una nuova opera che lascia così una traccia del progetto a Venezia.

handalOltre a Maalouf, infatti, la seconda ospite di Incroci a far parte del programma Waterlines è la scrittrice, poetessa e saggista Nathalie Handal: di origine palestinese, è nata ad Haiti ed ha la doppia cittadinanza francese e americana. Ha vissuto in America Latina, negli Stati Uniti, in Europa e nel mondo arabo. Parla francese e inglese misti ad arabo, creolo e spagnolo. Insegna alla Columbia Università, è autrice di numerosi saggi – tra cui alcuni dedicati alla scrittura araba al femminile e agli autori arabo-americani – e cura la rubrica The City and the Writer per Words without Borders.

Sarà a Incroci venerdì 1 aprile alle 11, presso l’Auditorium Santa Margherita Cà Foscari.

Per Waterlines, Maalouf e Handal collaboreranno rispettivamente con il fumettista Matteo Alemanno e l’illustratore Lucio Schiavon.

visual 2016

Vi ricordo, infine, che il 31 marzo sarà ospite di Incroci anche lo scrittore siriano Khaled Khalifa, in conversazione con Simone Sibilio, Università Cà Foscari, e Manfred Nowak, EIUC. I posti disponibili per l’incontro sono già esauriti, ma forse se qualcuno rinunciasse all’ultimo momento…

[Le foto di questo post sono state prese dalla pagina Facebook di Incroci di civiltà]

Un pensiero su “Amin Maalouf e Nathalie Handal al Festival Incroci di civiltà di Venezia”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...